25 aprile: la bandiera italiana  e l’anniversario della liberazione dell’Italia

Oggi 25 aprile tutta l’Italia festeggia l’anniversario della Liberazione dell’Italia e la bandiera italiana assume un significato particolare in questo momento dove ci è chiesto di essere più uniti e coesi come cittadini italiani, dove valori come la solidarietà, divengono ancora più importanti.

Storia della bandiera italiana

E’ interessante la storia della bandiera italiana: affonda le sue radici nel 1797 quando il parlamento della Repubblica Cispadana decreta “che si renda universale lo Stendardo o Bandiera Cispadana di Tre Colori Verde, Bianco, e Rosso, e che questi tre Colori si usino anche nella Coccarda Cispadana, la quale debba portarsi da tutti”.

Perchè i colori bianchi, rosso e verde?

Il bianco e il rosso erano i colori dello stemma del Comune di Milano mentre il verde era il colore delle uniformi della Guardia Civica Milanese, inoltre i tre colori erano anche i colori dello stendardo della Legione Italiana, soldati delle terre dell’Emilia e della Romagna. La bandiera poi si è evoluta passando nell’epoca napoleonica e nel risorgimento fino ad arrivare ai giorni nostri e all’unità d’Italia.

La bandiera Italiane dopo la Liberazione

E’ il 24 marzo 1947 quando l’Assemblea Costituente decreta il tricolore italiano “La bandiera della repubblica è il tricolore italiano: verde, bianco e rosso, a bande verticali e di eguali dimensioni”.

In questi giorni molti italiani stanno mettendo sui davanzali la bandiera italiana. Se ti interessa a Scout.coop puoi acquistarla con fettucce / con sagola.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Per maggiori informazioni leggi la nostra Informativa sul trattamento dati personali

Accetto