Foto di Oleg Magni da Pexels

Quale borraccia scegliere? Ecco le migliori borracce secondo Scout.Coop.

Borraccia in alluminio Scout.Coop (Made in Italy)

Scout.Coop Trekking e Scout.Coop Urban sono, secondo noi, fra le migliori borraccie in alluminio in commercio. Sono realizzate in Italia in esclusiva per la nostra cooperativa utilizzando esclusivamente alluminio riciclato, annullando in questa maniera l’impatto ambientale causato dall’estrazione dalla bauxite.

La grafica dei modelli Trekking (1000 ml) e Urban (500 ml) sono state realizzate dal designer emergente Gio Tirotto.

Laboratori esterni ne certificano l’assenza di BPA, ftalati e il rispetto delle norme sulla migrazione dei metalli.

Sono fornite con tappo a vite con moschettone e sono disponibili nelle capacità 500-750-1000 ml. Non sono lavabili in lavastoviglie.

A richiesta i formati da 750 e 500 ml sono personalizzabili.

Borraccia in alluminio Scout.Coop Urban 500 ml

Borraccia in acciaio inox Ferrino Gliz

Ferrino Gliz è una borraccia in acciaio inox 18/10 importata da Ferrino, dal design retrò con tappo ermetico rivestito di bambù, disponibile nelle capacità 750 e 500 ml.

Borracce e portavivande termici HydroFlask

Hydro Flask è una pluripremiata azienda statunitense specializzata nella produzione di tazze, bottiglie e borse termiche. Aderisce al progetto Parks for All sostenendo lo sviluppo, la manutenzione e l’accessibilità degli spazi verdi pubblici.

I prodotti Hydro Flask sono sviluppati negli Stati Uniti e poi fatti produrre in stabilimenti cinesi.

Le Hydro Flask sono fra le migliori borracce termiche al mondo.

Hydro Flask ha sviluppato la tecnologia TempShield™ (isolamento tramite doppia parete e sottovuoto) che consente di eliminare l’effetto condensa e di ottenere ottime performance con un minor peso rispetto alla concorrenza. Le bevande si mantengono fredde fino a 24 ore o calde fino a 12 ore. Le borracce sono costruite con acciaio inox 18/8, con una apertura abbastanza larga da consentire l’inserimento di cubetti di ghiaccio e sono compatibili sia con il tappo ermetico Hydro Flip™ che con il tappo con cannuccia.

Le borracce Hydro Flask sono BPA free e senza ftalati, sono lavabili in lavastoviglie e garantite a vita.

Disponibili nelle capacità circa 500-700-1000 ml.

Borraccia Regatta Flip Tritan

Borracce prodotte dall’inglese Regatta, colorate, leggere, molto resistenti e BPA free. Le borracce Regatta Flip Tritan sono riutilizzabili, lavabili in lavastoviglie, dispongono di una scala graduata, di cinturino da polso e hanno la superficie gommata per una presa più sicura.

Il tappo ha un particolare sistema di sicurezza che evita fuoriuscite accidentali di liquido ed erogatore con cannuccia.

Disponibili nella capacità da 600 ml.

borraccia tritan

Per approfondire

Se vuoi approfondire le differenze fra le diverse tipologie di borracce leggi questo articolo.

Mentre se vuoi sapere quale è il modo giusto per pulire la tua borraccia leggi questo articolo.

Una giornata di trekking: quali bastoncini comprare?

I bastoncini da trekking fanno parte oramai dell’attrezzatura essenziale per i camminatori e per gli amanti della natura e della vita all’aria aperta.

A Scout.coop abbiamo selezionato alcuni tra i migliori bastoncini da trekking che possano essere utili alle differenti esigenze.

Le fasce di prezzo sono differenti ma è necessario guardare anche all’utilizzo che se ne vuole fare: molto dipende infatti da dove li utilizzeremo, per quanto tempo e su quale terreno.

Perchè acquistare dei bastoncini da trekking

Ci sono dei precisi vantaggi nell’utilizzo di questa attrezzatura: prima di tutto forniscono un maggiore sostegno e stabilità durante la camminata in special modo quando si fanno percorsi in discesa dove più alto è il rischio di cadere o procurarsi una distorsione.

Un secondo vantaggio è che contribuiscono a rafforzare i muscoli superiori, l’utilizzo infatti dei bastoncini permette di tonificare braccia, spalle e muscoli pettorali.

Come scegliere il bastoncino adatto alle tue esigenze

Ci sono vari elementi da considerare:

  • Peso e materiale utilizzato:
    • Alluminio: la maggior parte dei bastoncini sono di alluminio in quanto materiale resistente agli urti, anche se di maggior peso.
    • Carbonio: garantiscono una maggiore leggerezza anche se più facile che possano subire urti. E’ un materiale che fornisce migliore prestazioni ovvero una maggiore capacità di ammortizzare le vibrazioni del terreno.
  • Impugnatura:
    • Gomma: utile per attività impegnative in quanto attutisce maggiormente i colpi. In inverno ha anche un ottimo isolamento dal freddo mentre la sconsigliamo d’estate.
    • Sughero: ottimo materiale sia per l’inverno (il sughero fa da isolante) sia d’estate in quanto non fa sudare la mani.
    • Schiuma: sconsigliabile per l’inverno in quanto assorbe l’acqua.
  • Rondella: la rondella serve a non fare affondare il bastoncino su terreno con neve e fango. Dunque, se non di serie, è un utile optional da aggiungere ai propri bastoncini
  • Ammortizzatori: nei modelli più recenti è possibile attivare o disattivare gli ammortizzatori a seconda del terreno che si percorre, ovviamente aumenta il costo del bastoncino ma dall’altra parte è un vantaggio perchè attutisce vibrazioni e contraccolpi.
  • Lunghezza: abbiamo bastoncini a lunghezza fissa e variabile, ovviamente quelli a lunghezza fissa sono più stabili ma hanno lo svantaggio di non poter essere regolati in altezza. Quelli a lunghezza variabili possono essere a due o a tre sezioni: si consigliano magari quelli a due sezioni per avere più stabilità e quelli a tre sezioni se serve più leggerezza e più compattezza nello zaino.

Un ulteriore aspetto è lo spazio che occupa il bastoncino: troverai infatti in questo articolo dei consigli di acquisto di bastoncini pieghevoli, a volte quando si fanno trekking lunghi è utile avere bastoncini che si usano “al bisogno” e che dunque sono facilmente ripiegabili dentro lo zaino o nelle tasche laterali dello zaino.

La nostra selezione di bastoncino telescopico

Abbiamo selezionato 3 prodotti:

  • Bastoncino Telescopico GTA by Ferrino: bastoncino affidabile con sistema “a vite”, la cui stabilità è assolutamente indispensabile nei passaggi difficili in montagna, sempre ben funzionante.
  • Bastoncino telescopico Diorite by Ferrino: bastoncino tecnico, versatile per il trekking e per l’escursionismo sia in estate che in inverno anche su neve. Adatto per skitouring, scialpinismo e ciaspole
  • Bastoncino Xenon by Camp: l’impugnatura lunga in neoprene garantisce ottima presa all’utilizzatore. E’ suddiviso in 4 segmenti e risulta estremamente leggero, compatto e resistente per il trekking. Realizzato in lega di alluminio.

La nostra selezione di bastoncini telescopici

  • Bastoncini Telescopici Gran Tour by Ferrino: bastoncino da running e light backpacking telescopico e pieghevole, per gli utilizzatori più esigenti che richiedono leggerezza, affidabilità e minimo ingombro.
  • Bastoncini telescopici Spantik by Ferrino: ideale per gli utilizzatori più esigenti che richiedono leggerezza, affidabilità e minimo ingombro.
Le novità editoriali di fine anno

Prima di salutare il 2019 e dare il benvenuto al 2020 vi vogliamo lasciare con alcune letture interessanti che sono tornate o troviamo per la prima volta sugli scaffali virtuali e non di Scout.coop. Partendo da sinistra verso destra rispetto ai libri che trovate in fondo a questo articolo eccovi le singole presentazioni e anche la video presentazione.

Il libro di Lezard: ha accompagnato la Veglia alla Promessa di migliaia di scout e guide, accolto i sogni, le aspirazioni, i sogni di altrettanti ragazzi e ragazze che lo hanno fatto proprio negli oltre 50 anni da quando è stato per la prima volta tradotto in italiano. L’edizione della Pattuglia del Kraal, del 2019, riprende fedelmente la traduzione della Pattuglia regionale AGI Liguria apparsa per la prima volta nel 1963, ed è arricchita di una nuova presentazione a cura di Federica Frattini.

Nuovo scanzoniere per ukulele: canzoniere scout da campo con 649 canzoni corredate di accompagnamento semplificato per ukulele e diteggiatura degli accordi. Dotato di indice alfabetico e tematico, contiene anche la storia dell’ukulele e in appendice gli accordi completi con giri e tabella di conversione tonalità. Rilegato a spirale.

I ragazzi della Giungla Silente: storia delle Aquile Randagie a fumetti. Il racconto per immagini dei loro diciassette anni di clandestinità.

Avonio Raimondo Maria Bertoletti Aquila Randagia: una vita avventurosa, dall’incontro casuale con le Aquile Randagie, al Jamboree di Gödöllő,  agli studi serali, alla vocazione. La sua straordinaria vita in giro per l’Europa, poverissimo, nascosto ai margini della società ma nello stesso tempo dignitosissimo e felice. Una vita vissuta in mezzo ai fratelli come Scout, come Gesù a Nazaret e riproposta come Piccolo Fratello di Charles de Foucauld.

Regalare un libro per Natale: 9 suggerimenti per te

Cosa c’è di meglio che regalare per Natale un bel libro? Un libro che ti possa tenere compagnia tutto l’anno o per qualche mese o settimana? Dipende spesso da quanto tempo abbiamo per leggerlo o quanto questo libro conquista le nostre serate o fine settimana.

Noi di Scout.coop abbiamo un’ampia scelta di libri che ti consigliamo.

Libri sulle Aquile Randagie

Ecco tre bei libri sulle aquile randagie: tre approfondite storie legate allo scautismo clandestino quando il fascismo ha imposto lo scioglimento dell’esperienza scout in Italia. L’ultimo titolo “I ragazzi della giunga silente” è a fumetti e indicato anche per una lettura da parte di bambini/e e ragazzi/e.

Libri sulla fede

Tre libri che abbiamo letto per voi e che, con prezzi molto accessibili, possono essere un ottimo regalo di Natale.

Se vuoi verificare che li abbiamo letti non devi far altro che guardare le video recensioni fatte da Cecilia per Scout..coop. Trovi qui quella del libro “Perchè tu viva e sia felice”, qui quella di “Lettera a un giovane sulla fede” e qui quella “Lettere a un amico sulla vita spirituale”.

Libri per l’escursionismo e la vita all’aria aperta

Quando parliamo di scoutismo parliamo anche di vita all’aria aperta. Allora eccoci a consigliarvi tre libri, il primo è una riflessione sul perchè si cammina, metafora di vita e di crescita umana (vedi qui la video recensione di Cecilia per Scout.coop). Il secondo libro è un grande classico ovvero la Guida alla Via degli Dei che sempre più persone, non solo scout, intraprendono. Il Cammino nelle terre mutate (anche questo video recensito) è invece un bel testo che ci guida su un percorso solidale e di conoscenza, un momento di relazione profonda con l’ambiente naturale e con le persone che vivono nei luoghi trasformati dal sisma. Da Fabriano a L’Aquila, oltre 200 km di cammino nel cuore dell’Appennino. L’itinerario attraversa i territori ed entra in contatto con le comunità di quattro regioni del centro Italia (Marche, Umbria, Lazio, Abruzzo), lungo i sentieri escursionistici e ciclabili di due importanti aree protette: il Parco Nazionale dei Monti Sibillini e il Parco Nazionale Gran Sasso e Monti della Laga.

Tre idee regalo per Natale: abbigliamento per scout

Il Natale si avvicina e anche la voglia e desiderio di fare un bel regalo. Scout.coop propone tre idee regalo di abbigliamento per scout, acquistabili anche online.

La t-shirt ufficiale delle Aquile Randagie, acquistabile online, per i soci Agesci di Toscana, Emilia e Sardegna, su Scout.coop e, per i soci Agesci del Lazio, su Latendascout.com: una tshirt disponibile in due colori, verde e nero, con un forte contenuto etico. E’ stata infatti realizzata da Lavoro Con, cooperativa sociale nata allo scopo di promuovere le risorse individuali e l’integrazione sociale. LavoroCon promuove l’inserimento lavorativo di persone svantaggiate, percorsi educativi e formativi volti alla formazione umana e professionale, alla creazione di una cultura d’impresa fondata sulla sostenibilità economica, ambientale e umana.

La felpa Wosm con cappuccio nel suo classico colore viola (o nero) è invece uno dei best-seller 2019: con un pratico cappuccio da usare sia di inverno che nelle estati in montagna: un regalo sicuramente gradito e ad un prezzo accessibile.

Se invece vogliamo regalare un prodotto utile alle escursioni e trekking scout e non ecco la giacca softshell Scout.coop realizzata da Scout.coop in collaborazione con Regatta (azienda internazionale che adotta stringenti politiche di responsabilità sociale)e Lavorocon.

Tempo di passaggi, di accoglienza e di cerimonie

L’inizio dell’anno scout è tempo di passaggi, di nuovi ingressi e per qualcuno di Partenza.

Scout.coop offre un vasto assortimento di idee regalo e simboli per accogliere i nuovi arrivati e per salutare chi se ne va.

La forcola ad esempio: il simbolo per antonomasia della partenza. Simboleggia la strada che si biforca, il momento delle scelte, da appuntare al  maglione o sul fazzolettone.

L’accetta: il simbolo della capacità di farsi strada con autonomia. La Bibbia che testimonia la scelta di fede.

Quaderno di traccia: uno dei più bei libri sullo spirito della Branca Rover e Scolte e Stella in Alto Mare un libro senza tempo scritto da una delle più importanti figure dello scoutismo francese

I quaderni di caccia e non solo, utile strumento dove tenere appunti, canzonieri, preghiere.

Le spille dei personaggi giungla e bosco

Le thshirt etiche serigrafate dalla Coop Sociale Lavoro Con

Il guscio versatile attento alla sicurezza Regatta Montegra II

Scout.coop continua la collaborazione con l’azienda Regatta di Manchester.

Regatta è un’azienda inglese, fondata nel 1981, che produce abbigliamento e accessori per la vita all’aria aperta con un ottimo rapporto qualità/prezzo. Oltre al marchio Regatta Great Outdoors possiede i marchi Craghoppers, reso famoso da Bear Grylls, attuale Capo Scout dell’associazione scout inglese, e Dare2b.

Regatta adotta una rigorosa politica etica fatta di rispetto dei lavoratori, riduzione dell’impatto ambientale, utilizzo di materiali sostenibili e di sostegno di progetti sociali. L’intera filiera produttiva, fornitori compresi, sono monitorati e coinvolti. Per saperne di più.

Uno dei prodotti più interessanti dell’ultima stagione è il guscio Montegra II.

E’ un guscio realizzato in tessuto elasticizzato in poliestere ripstop isotex impermeabile (10000 mm colonna acqua) e traspirante.

Su petto, cappuccio e maniche sono posti dei pannelli elasticizzati riflettenti per una migliore visibilità.

Le cuciture sono nastrate, il cappuccio è rinforzato e munito di visiera e regolatori, la zip anteriore è munita di pattina frangivento interna e proteggi mento, le maniche sono sagomate per garantire massima libertà di movimento. Sono presenti due tasche inferiori e due tasche pettorali con cerniere idrorepellenti.

Disponibile su scout.coop sia nella versione da uomo che da donna.

Vedi la recensione sul nostro canale youtube.

Libri letti per voi…le nostre proposte

Scout.coop dispone di una ricca sezione Editoria e mette a disposizione dei suoi clienti una selezione di pubblicazioni appositamente pensata per capi scout, escursionisti, camminatori, educatori e animatori di gruppi parrocchiali.

Editoria scout

Abbiamo tanti libri sullo e per lo scautismo: scritti di Baden-Powell, manuali tecnici e metodologici, libri storici e biografici. Da alcuni mesi abbiamo iniziato una collaborazione con la Pattuglia del Kraal che ci ha permesso di avere a catalogo alcune delle loro introvabili ristampe.

Guide escursionistiche

Abbiamo selezionato le guide monografiche sui lunghi cammini edite da Terre di Mezzo, la casa editrice nata dall’omonimo giornale di strada, e le guide sull’escursionismo consapevole edite da Ideamontagna.

Cartine

Abbiamo sempre a disposizione le carte escursionistiche dell’intero Appennino Emiliano Romagnolo, ma non solo. Se non trovate quello di cui avete bisogno, contattateci.

Qiqajion

Abbiamo selezionato alcuni libri della casa editrice della Comunità di Bose, utili per la riflessione personale, la crescita nella fede o l’organizzazione di percorsi comunitari.

Narrativa per riflettere

Spesso il camminare, il contatto con la natura sono occasioni per andare alla ricerca di sé, per cercare di dare risposte alle domande fondanti della propria esistenza. Abbiamo selezionato alcuni dei saggi più belli in cui esploratori, avventurieri, sportivi e semplici camminatori raccontano la loro esperienza di ricerca.

Le nostre video recensioni

Da alcune settimane il  nostro canale youtube si è arricchito di una nuova playlist: brevissime videorecensioni che potranno aiutarvi ad orientarvi nella ricerca dei libri che fanno al caso vostro. Iscrivetevi per essere sempre aggiornati su tutte le nostre novità.

Testa o cuore?
L’arte del discernimento
di Gaetano Piccolo
ed. Paoline Editoriale Libri, pagine 80

Un agile sussidio sul discernimento ispirato agli Esercizi spirituali di Sant’Ignazio di Loyola. Il testo si presenta come un’occasione favorevole per mettere ordine nella propria vita, invitando pensieri e sentimenti a fare pace tra loro. Un cammino in cinque tappe per diventare più consapevoli di quello che si muove dentro. Ogni tappa/incontro offre indicazioni concrete per conoscersi meglio e spunti biblici per pregare, riflettere e percorrere le vie nuove indicate dallo Spirito. Un percorso utilizzabile sia dai singoli, sia dai gruppi che vogliono strutturare un cammino comunitario.

Quaderno di traccia – Pattuglia del Kraal, pagine 240 – Anonimo

Quale rover o scolta non conosce la preghiera Signore insegnami la route?

“Signore, insegnami la route:
l’attenzione alle piccole cose;
al passo di chi cammina con me
per non fare più lungo il mio;
alla parola ascoltata perché non sia dono che cade nel vuoto…”

Ma in quanti ne conoscono l’origine?

Il Quaderno di traccia fu pubblicato la prima volta dalle edizioni Ancora nel 1969 per la Pattuglia Nazionale Scolte dell’AGI.

Oggi, grazie alla Pattuglia del Kraal è stato ristampato. Rimane uno dei più bei testi sullo scoltismo, sotto forma di diario, propone ai lettori una serie di riflessioni, di preghiere, di meditazioni sul servizio e sulla vita personale e cristiana. Non dovrebbe mancare nella biblioteca di ogni capo clan e capo fuoco, un regalo per i ragazzi e le ragazze degli ultimi anni di clan.

Orienteering

Elementi di orientamento e topografia per escursioni, alpinismo, trekking, survival, soft air e corsa d’orientamento- di Enrico Maddalena – ed. Hoepli, pagine 240

Una delle guide più complete e chiare in ambito topografico. Destinato a chi si muove in ambiente naturale, approfondisce le diverse tecniche di orientamento, da quelle classiche all’uso del GPS, al rilievo cartografico per la produzione di mappe di piccoli e grandi spazi. Una parte è inoltre dedicata all’orienteering. In ogni capitolo inoltre, sono proposti numerosi esercizi, di cui è fornita la soluzione. Al testo sono allegati: due carte topografiche sulle quali svolgere gli esercizi; un lucido che contiene un goniometro, un coordinatometro e diversi scalimetri; un utile CD-ROM, nel quale apposite animazioni interattive spiegano le varie tecniche e l’uso degli strumenti.

Manuale di arte scout

di Marco Bernardini ed. Scout Fiordaliso, pagine 432

Contiene una panoramica delle tecniche della tradizione scout che vanno dalla topografia alla pionieristica, dal pronto soccorso alla segnalazione.Seconda edizione riveduta e ampliata con nuovi materiali.Adatto non solo agli esploratori e alle guide ma anche a tutti gli appassionati di vita all’aria aperta e di tecniche di sopravvivenza e trappeur.

L’arte di fare lo zaino

di Andrea Mattei ed. Ediciclo, pagine 142

Camminare è l’arte di togliere. Togliere peso ai pensieri e liberarsi della zavorra che ci lega alla vita di tutti i giorni. Il pellegrino lascia a casa il superfluo per mettere nel suo zaino solo lo stretto necessario. Se si sbircia nello zaino del viandante saranno proprio gli oggetti, la loro scelta e la loro disposizione, a raccontare l’identità del loro proprietario, dando vita a una personalissima biografia. In appendice i consigli per preparare lo zaino di Fabrizio Ardito, Enrico Brizzi, Roberta Ferraris, Luca Gianotti, Luigi Nacci, Paolo Rumiz.

Gesù educa alla fede

di Enzo Bianchi – ed. Qiqajon, pagine 16

Agile sussidio di Enzo Bianchi, fondatore della comunità di Bose. L’autore offre spunti sull’educazione alla fede invitando il lettore ad assumere la stessa pedagogia vissuta da Gesù. Infatti Gesù è stato e resta un pedagogo, un iniziatore alla fede. Occorre che i cristiani guardino a lui non solo come modello di vita ma anche come educatore alla fede, nella convinzione che c’è in Gesù un’arte nell’incontrare l’altro, nel comunicare con l’altro, nel tessere con l’altro una relazione. Utile per educatori e capi scout.

Aquile Randagie, il film: dove vederlo e quali libri per approfondire

Dal 30 settembre al 2 ottobre al cinema anche in Emilia-Romagna

Dove trovarlo al cinema

Bologna

Cinema BELLINZONA
Lunedì 30set ore 18:45 – 21:00
Martedì 01ott ore 20:30
Mercoledì 02ott ore 20:30 – Evento formativo per i capi della Zona di Bologna

Cinema GALLIERA
Lunedì 30set chiuso
Martedì 01ott ore 19:00 – 21:30
Mercoledì 02ott ore 18.30 – 20.30

Cinema ORIONE
Lunedì 30set 17:30 – 19:15 – 21:00
Martedì 01ott 17:30 – 19:15 – 21:00
Mercoledì 02ott 17:30 – 19:15 – 21:00

Ferrara

Cinema Don Zucchini alle ore 21 del 30 settembre, 1,2,3 ottobre

Modena

Cinema Raffaello alle ore 20.30 del 30 settembre, alle ore 17 e alle 20.30 del 1,2 ottobre

Faenza

Cinema Europa ore 18 del 1 ottobre e ore 19 e ore 21 del 2 ottobre

Ravenna

Cinema Jolly, 30 settembre, 1,2 ottobre

Dopo alcuni anni di gestazione, occorsi per raccogliere i fondi necessari alla produzione, finalmente, il prossimo 30 settembre, uscirà nei cinema di tutta Italia il film dedicato alle Aquile Randagie, già presentato in anteprima lo scorso 22 luglio al Giffoni Film Festival.

Il film verrà distribuito dall’Istituto Luce Cinecittà ed è stato prodotto da Finzioni Cinematografiche con il contributo del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali. La regia è stata curata da Gianni Aureli, cineasta al suo esordio e capo scout che, ne è stato anche il principale promotore.

Sinossi ufficiale

Milano, Italia, ventennio fascista. Tutte le associazioni giovanili vengono chiuse per decreto del Duce, compresa l’associazione scout italiana. Un gruppo di ragazzi decide di dire di no, e fonda le Aquile Randagie: giovani e ragazzi, guidati da Andrea Ghetti e Giulio Cesare Uccellini, detto Kelly, che continuano le attività scout in clandestinità, per mantenere la Promessa: aiutare gli altri in ogni circostanza. Il gruppo scopre la Val Codera, una piana tra gli alberi segreta e impervia a poche ore da Milano, e ne fa la sua base per campi e uscite clandestine. Il fascismo non li ignora, li segue, li spia, arrivando a pestare a sangue Kelly, che perde l’uso di un orecchio. Ostacoli e violenze non fermano però le Aquile. Dopo il 1943, i ragazzi danno vita al movimento scout clandestino che supporterà la resistenza fino alla fine della guerra. Insieme ad alcuni docenti del collegio San Carlo di Milano, le Aquile Randagie entrano a far parte di OSCAR – Organizzazione Scout Cattolica Assistenza Ricercati. Insieme combatteranno il regime prima con beffe plateali, poi con azioni mirate che permetteranno di far superare il confine italiano e raggiungere la Svizzera a più di 2000 persone ricercate dai nazifascisti: ebrei, perseguitati politici e chiunque avesse bisogno di fuggire le persecuzioni, e una probabile morte. Alla fine della guerra, clamorosamente e con coerenza, le Aquile Randagie tuteleranno tedeschi e italiani autori di violenze, ricercati dai partigiani, chiedendo per loro una giusta pena con un processo giusto.

Locandina Film Aquile Randagie

Tramite la pagina ufficiale potrai esprimere il tuo interesse alla visione del film contribuendo così all’individuazione delle sale cinematografiche in cui verrà proiettato, inoltre potrai chiedere di poterlo vedere con il tuo gruppo scout.

Se sei interessato ad approfondire la storia delle Aquile Randagie nella sezione editoria di Scout.coop puoi trovare diversi libri dedicati alle loro vicende, te ne segnaliamo alcuni.

Le aquile randagie
Scautismo clandestino lombardo nel periodo della giungla silente 1928-1945
di Carlo Verga, Vittorio Cagnoni

ed. Nuova Fiordaliso, pagine 224

Possiamo definire questo libro come la guida ufficiale delle Aquile Randagie, una guida meditata, fatta di ricordi ma anche di rigore storico. Il libro nasce dalla collaborazione fra Carlo (Carletto) Verga, che fu aquila randagia e visse in prima persona alcune delle vicende raccontate e Vittorio Cagnoni che potremmo ormai definire come uno dei maggiori cultori della storia dello scautismo italiano di quel periodo.

L’inverno e il rosaio
Tracce di scautismo clandestino
di AA.VV.

ed. Tipografia Piave, pagine 168

Se il libro precedente era la guida ufficiale L’inverno e il rosaio è il diario dei protagonisti.

Curato da Arrigo Luppi, anch’esso aquila randagia, fu pubblicato per la prima volta negli anni ’80 da Editrice Ancora, fino a diventare introvabile. Finalmente, qualche anno fa, è stato ripubblicato da Tipografia Piave.

E’ un racconto corale, ricavato da stralci di lettere, diari e appunti. I protagonisti raccontano in prima persona, con le parole e le emozioni di allora. Indispensabile per fare memoria.

Giulio Cesare Uccellini, Kelly
di Vittorio Cagnoni

ed. Tipografia Piave, pagine 288

Se non ci fosse stato Kelly, ci sarebbero state le Aquile Randagie?

Poche figure come Giulio Cesare Uccellini (“Kelly”) hanno segnato la storia dello scautismo cattolico italiano. La funzione essenziale di Kelly nella storia dello scautismo è stata la sua guida delle Aquile Randagie.

È al momento dello scioglimento che la sua figura di leader emerge. Emergono prepotentemente il suo spirito, il suo stile, ma anche la sua gioia di vivere.

Giulio Cesare Uccellini era, in fondo, un bad weather man, un uomo per il tempo cattivo, che emerge e ispira gli altri nei periodi difficili.

BADEN – Vita e pensiero di mons. Andrea Ghetti
di Vittorio Cagnoni

ed. Tipografia Piave, pagine 584

Un’opera definitiva sul pensiero di Andrea Ghetti (“Baden”): una raccolta inesauribile che non dovrebbe mancare nella biblioteca di ogni capo scout.

Il volume si compone di due parti: la prima è una dettagliata ricostruzione biografica, la seconda un’antologia ragionata dei suoi scritti, organizzata per tematiche e in ordine alfabetico. Oltre 500 pagine, che restituiscono fedelmente la vita, le opere, la personalità e il pensiero di Baden.

Il testo è ulteriormente impreziosito da una presentazione del Card. Dionigi Tettamanzi e da un’appendice dedicata all’approfondimento di OSCAR, l’organizzazione clandestina fondata da Baden e Kelly nel 1943 con l’obiettivo di espatriare in Svizzera i perseguitati del regime nazi-fascista, arrivando a salvare oltre 2.000 persone. Una storia di coraggio, che ogni scout dovrebbe conoscere.

L’amaca, una comodità per la tua estate solidale

L’amaca da giarino è uno degli oggetti più comodi per affrontare la calda estate. Al campo estivo o in campeggio o, per chi ha la possibilità, nel proprio giardino, l’amaca è indispensabile per passare ore di riposo o di svago in comodità.

La parola amaca ha origine spagnole, hamaca, una parola di origine caribica. La Treccani la definisce come un giaciglio di rete o tela, originario dei paesi tropicali, sospeso per le estremità a due sostegni (alberi, pali o altro).

Su Scout.coop e al Gallo puoi trovare l’Amaca Ultralight Hammock prodotta da TicketToTheMoon : un progetto che non si  limita alla produzione di amache ma anche con un contributo fondamentale per la difesa e lo sviluppo della popolazione Kodi che abita nella Mandorak County, nella remota isola di Sumba, in Indonesia.

La tribù Kodi non ha accessa ad acqua ed elettricità e la sua sopravvivenza si basa sull’agricoltura e sulla pesca: TicketToTheMoon, insieme ad organizzazioni nonprofit locale, ha lavorato sin dal 2006 per preservare la cultura di questa popolazione permettendo però una migliore sopravvivenza grazie all’implementazione di servizi educativi  e non solo. Dettaglio degli interventi, finanziati anche grazie ai proventi della vendita delle amache, si trovano qui

Se volete vedere invece la amache in azione è sufficiente guardare queste fotografie e video dell’iniziativa che Ticket to the moon ha fatto alla Pietra di Bismantova: giovani avventurosi e amanti dell’amaca hanno potuto dormire sospesi nel vuoto ma comodamente avvolti nella propria amaca.

Nel maggio del 2018 decine di amache sospese ad oltre 50 metri dal suolo hanno colorato una delle più belle formazioni di roccia in Italia, la Pietra di Bismantova, tanto amata dagli escursionisti ma anche dagli scalatori che si allenano sulle sue pareti.

Nelle seguenti fotografie potete guardare con i vostri occhi la spettacolare installazione e se vi interessa quell’amaca trovate alla fine di questo articolo l’amaca in vendita su Scout.coop

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Per maggiori informazioni leggi la nostra Informativa sul trattamento dati personali

Accetto