Terre di Mezzo

Il nome dice di noi. Terre di mezzo editore: i confini ci piace abitarli, con gentilezza e determinazione. Appassionati di futuro, disponibili sempre a misurarci con la complessità del tempo presente. A farci domande. E lasciar spazio all’ascolto.

Una scelta che abbiamo fatto nel 1994, quando siamo nati, come giornale di strada. Venduto da migranti e scritto da giovani professionisti. Dove il sociale, il bello e il brutto di questo mondo, trovavano casa. Dove la fragilità poteva, e può, trasformarsi in una risorsa.

Visualizzazione di 1-4 di 12 risultati

Visualizzazione di 1-4 di 12 risultati